La scelta dei coltelli per la propria casa

Come scegliere un coltello

Deve essere ritenuto normale l’impiego di lame seghettate per tagliare altre pietanze che non siano il pane, le focacce e i prodotti da forno?

Bisogna pensare che sia economico spendere meno per un coltello che taglia male e che dopo un po’ si deve buttare?

È necessario convincersi che sia superato il fatto di far affilare ogni tanto lame di qualità superiore, per continuare a disporre nel tempo di un ottimo strumento di taglio?

È da considerarsi un lusso tagliare la carne a tavola con un coltello fatto a mano, a lama liscia, con il manico in corno?

Secondo noi, no!

Ed è per questo che sentiamo il dovere di illustrare i requisiti essenziali del buon taglio con buoni coltelli a tutti coloro che vorranno scegliere la loro dotazione di coltelli tra quelli delle nostre Collezioni.

Potrete scegliere coltelli da preparazione, da servizio e da tavola con lame in acciaio inox ad alto tenore di carbonio, per garantire una lunga durata al taglio. Manici in corno o legni pregiati per chi desidera il massimo. Manici in plastica lavorata a mano, pratici da lavare anche in lavastoviglie per soddisfare ogni vostra esigenza di taglio.

Da sapere in breve per tagliare correttamente:

Nel caso del taglio di grossi pezzi di carne si potrà impugnare il manico nel palmo della mano e far scorrere la lama per tutta la sua lunghezza.

Per aumentare la forza durante il taglio, riducendo lo sforzo, si può impugnare la lama, all’imposta del manico, con indice e pollice.

Per tagliare formaggi si impugnerà il manico nel palmo della mano, si appoggerà l’altra mano in prossimità della punta e facendolo oscillare si penetrerà il formaggio senza far scorrere la lama.

Infine il Trinciante può essere usato per tritare impugnando il manico nel palmo della mano ed appoggiando l’altra mano sulla punta in maniera tale da rendere facile l’oscillazione della lama sul tagliere.

Scegliere i nostri coltelli:

Materiale del manico: i materiali naturali (corno, legno di bosso o ebano) sono belli ma inevitabilmente invecchiano presto.
Le plastiche esistono di molte qualità: i policarbonati, economici e resistenti, invecchiano più rapidamente del polimetilmetacrilato (plexiglass), più costoso ma dall’aspetto più bello e durevole nel tempo. Le plastiche consentono il lavaggio in lavastoviglie anche se per un coltello è sempre sconsigliato.

Materiale della lama: il più usato è l’acciaio inox, introdotto in maniera massiccia da più di 50 anni, per risolvere il problema dell’ossidazione e quello del sapore di citrino lasciato nei cibi dai vecchi coltelli al carbonio. Per avere capacità di taglio e durata dell’affilatura è necessario scegliere coltelli inox con alta percentuale di carbonio (superiore allo 0,40%). Tuttavia, più alta è la percentuale di carbonio presente e minore sarà l’inossidabilità.

Diffidare dei coltelli inossidabili al l00% perché realizzati con acciaio inadatto al taglio.

La superficie può essere specchiata o satinata: la specchiata, più bella da nuova, invecchia rapidamente, la satinata mantiene più a lungo il suo aspetto iniziale e garantisce una minore aderenza di ciò che si taglia alla lama.

Recentemente sono stati introdotti coltelli con lama in ceramica che risolvono definitivamente il problema dell’ossidazione e garantiscono un’affilatura di lunga durata, ma sono fragili e quando inesorabilmente non taglieranno più l’affilatura non sarà facile.

Dimensioni dei coltelli: non si deve avere paura di prendere coltelli “grandi”: una buona regola è che il coltello deve essere di lunghezza doppia rispetto a ciò che si vuole tagliare.

Manutenzione: i coltelli non richiedono molta manutenzione, con un uso corretto sarà sufficiente provvedere all’affilatura dopo alcuni anni d’uso. È importante ricordare che è preferibile il lavaggio a mano, ma comunque indispensabile l’asciugatura immediata.
La forma, lo spessore e l’acciaio con il quale sono fatti non consente di usarli a leva per aprire barattoli o comunque per usi diversi dal taglio dei cibi.

Un pensiero su “La scelta dei coltelli per la propria casa

  1. Marco Rosada dice:

    Bellissimo sito e ricco di informazioni utili e romantiche. Grazie!
    Vi segnalo una piccola svista ortografica che stride con la perfezione del sito. Nella prima riga della pagina “La scelta dei coltelli per la propria casa” c’e’ un piccolo errore: “per tagliare altre pietanzeche non siano il pane”.
    Ho molti coltelli e accessori vostri e vi ringrazio per il vostro lavoro e impegno nel mantere alta la qualita’ della tradizione artigianale italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *